Titolo

ALBO PRETORIO ONLINE

albo online

 

albo

Trasparenza

autocertificazioni

Accessibilità



questo sito e' conforme alla legge 4/2004

Servizio Civile Nazionale

serv civ

Farmacia

Farmacia Dott.ssa Paradiso Teresa - San Sostene Marina

Orario Lavorativo Settimanale:

Mattina: 08.30-13.00

Pomeriggio: 16:30-20.00

Domenica Chiuso

Farmacia

Farmacia Dott.ssa  Giuseppina Bagetta - San Sostene Superiore

Orario Lavorativo Settimanale:

Martedì: 15.00-16.20

Giovedì: 15.00-16.20

Venerdì: 15.00-16.20

FatturaPA

fattura

pagoPA

pagopa

PROTEZIONE CIVILE

allerta

Turismo e Commercio

turismo

INDIRIZZI PEC COMUNE

pec

Calcolo IMU online

imu

Partecipa al Sondaggio

VISITE SITO WEB

statistiche

auto

NOTIZIARIO

"I COMUNI E LE BUONE PRATICHE IN CALABRIA"
Data pubblicazione : 27-10-2012

Il 23 ottobre 2012 nell'Aula magna dell'Università della Calabria è stato presentato il rapporto di ricerca sulle buone prassi dei Comuni calabresi. E' emerso un ritratto della Calabria di oggi fuori dagli stereotipi: quarantanove buone pratiche prersentate dai rappresentanti dei Comuni che le hanno realizzate, tra i quali il Comune di San Sostene.

Il motivo principale che ha ispirato la ricerca è stata la necessità di porre al centro della riflessione i diritti del cittadino in Calabria.
Consci delle enormi differenze che “dividono” il Paese, il gruppo di ricerca era, ed è, consapevole che il ristabilimento dell’equità, in Calabria più che in altre regioni d’Italia, passa attraverso la possibilità dei cittadini di esercitare il diritto all’accesso ai servizi sociali.
La ricerca, quindi, fin dall’inizio, non è stata intesa come una semplice raccolta di dati, ma come la base di partenza per un’azione diretta allo sviluppo e alla crescita del diritto di tutti ai servizi. In altre parole, l’ambizione di questa indagine è fornire un contributo in termini di informazione funzionale ad una proposta concreta, perché le buone pratiche si possano diffondere tra i Comuni della Calabria, per dar vita a una risposta organizzativa e insieme istituzionale alla forte domanda di qualità dei servizi.
Primo, fondamentale, passo dello studio è stato il monitoraggio delle buone pratiche poste in essere dai Comuni calabresi. Attraverso l’invio di un questionario a tutte le 409 Amministrazioni della Calabria, il team di ricerca è giunto a definire un significativo panorama di “virtuosismi”.
Ai fini di questo studio, si sono intese per “buone pratiche” le soluzioni innovative individuate dai Comuni per lo svolgimento dei propri compiti istituzionali, motivate dalla crescente domanda di servizi da parte dei cittadini e dalla contestuale progressiva riduzione delle risorse disponibili.
A questa scelta metodologica ne è seguita una seconda, in base alla quale si è stabilito che fossero i Comuni stessi a selezionare quale tra le proprie attività potesse essere inclusa nel novero delle buone pratiche.
All’esito della ricerca effettuata tramite l’invio di questionari sono 41 i Comuni che hanno risposto. Di questi, 6 hanno dichiarato di non aver mai promosso, né di avere in programma, alcuna buona pratica. Gli altri 35 hanno invece tutti portato a compimento, o sono impegnati a realizzare, iniziative del genere oggetto della ricognizione. Inoltre, alcuni Comuni, che potremmo definire particolarmente attivi, si sono distinti per aver posto in essere più di una buona pratica.
Per questo motivo, le esperienze raccolte attraverso la ricerca che qui si presenta ammontano a 49.
Tra queste, alcuni interventi (21, poco meno della metà) presentano tra loro elementi di forte similarità tematica e operativa. In particolare, queste attività fanno riferimento a tre ambiti specifici: informatizzazione dei servizi (13), raccolta differenziata dei rifiuti (6), generazione di energie rinnovabili (3).

Tra tutte le buone pratiche raccolte, 1/5 del totale presentano un carattere fortemente innovativo per settore, oggetto o metodologia. Si tratta della Città della prevenzione di Altomonte, del Centro Unico Prenotazioni di Castiglione Cosentino, del micro-asilo aziendale di Castrovillari, del piano di assistenza domiciliare di Cicala, della scuola estiva di Decollatura, del sistema di raccolta differenziata tramite codice numerico di Martirano Lombardo, del piano di alloggi gratuiti per famiglie straniere di Motta Santa Lucia, del sistema online di democrazia partecipata di Soveria Mannelli, del campo migranti di Rosarno, dell'impiego di energie rinnovabili per il risparmio energetico di San Sostene, del programma di Professional Training internazionale di Joppolo e del sistema di assegni di cura di Stefanaconi.

Al termine del convegno, proprio questi 12 Comuni - punti di riferimento per il territorio per la loro attività amministrativa - hanno deciso di costituire un Comitato Promotore per la conduzione di una innovativa attività di benchmarking mirata alla divulgazione e all'implementazione in Calabria di un'efficiente gestione degli enti locali territoriali. Un progetto che sarà coadiuvato dal gruppo di ricerca che hanno condotto l'indagine, costituito da giuristi, sociologi e statistici, diretto da Francesco Caroleo e Guerino D’Ignazio, promosso dall’Università della Calabria con la partecipazione di Cittalia – Fondazione Anci Ricerche.
Il rapporto è stato pubblicato dall’ANCI CALABRIA.
Hanno partecipato alla ricerca Tiziana Crispino, Mariano Marotta, Franco Caroleo
Si ringrazia Luciano Violante per i preziosi suggerimenti e il supporto dimostrato al Comitato.

 

indietro

Comune di San Sostene (CZ) - Via G. Marconi 6 - 88060 -

Tel./Fax 0967.533254 - PEC: prot.sansostene@asmepec.it  -  E-mail: protocollo@comune.sansostene.cz.it

P. IVA 00342150794
 

HTML 4.01 Strict Valid CSS
Pagina caricata in : 0.279 secondi
Powered by Asmenet Calabria